testata
Warning
  • Autorizzazione utilizzo Cookie

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

    Leggi la direttiva europea sulla Privacy

Home La prevenzione a tutto campo Piano Nazionale Vaccini: un passo in avanti
Piano Nazionale Vaccini: un passo in avanti
Venerdì 27 Gennaio 2017 08:52

Nella versione già pronta e approvata dalle Regioni alla fine del 2015 (modificata solo nel riferimento temporale 2017-2019), finalmente superata l’incognita delle risorse (impatto stimato di 220 mln di euro) con la Legge di Bilancio e i nuovi LEA (peraltro non ancora pubblicati in Gazzetta Ufficiale), viene finalmente varato il Piano Nazionale Vaccini. Per continuare a leggere clicca su Leggi tutto.

Salutato dalla SItI, in una nota di Carlo Signorelli, come un piano di prevenzione vaccinale aggiornato, moderno e sufficientemente energico per respingere le critiche strumentali e faziose - provenienti anche dall'interno del sistema - che hanno caratterizzato le politiche vaccinali degli ultimi anni e hanno portato alla preoccupante diminuzione delle coperture vaccinali in Italia oltre che un'inaccettabile disequità di offerta, anche se restano problemi organizzativi, economici e comunicativi che renderanno non semplice la sua applicazione in tempi brevi e soprattutto il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di copertura soprattutto per le nuove vaccinazioni.

Tra gli obiettivi dichiarati dal Ministero della Salute, il mantenimento dello stato polio-free e il perseguimento dello stato morbillo-free e rosolia-free, ma anche l’offerta attiva e gratuita di vaccinazioni per fasce di età e popolazioni a rischio (Anti Pneumococco e Zoster per gli anziani, antimeningococco b, Rotavirus e Varicella per i più piccoli, anti Papillomavirus anche per gli adolescenti maschi). L’aumento dell’adesione consapevole, il contrasto alle disuguaglianze, la promozione della cultura delle vaccinazioni nella popolazione generale e nei professionisti sanitari, la promozione della ricerca e dell’informazione scientifica indipendente sui vaccini rappresentano tuttavia le vere sfide.

In questi giorni su tutti i giornali e nei talkshow si parla di vaccinazioni possibili, mancate, nuove… Ovviamente, non può che essere contento delle novità e delle sfide lanciate dal Piano chi di noi conosce la fatica di convincere alla vaccinazione antinfluenzale ( di cui si parla meno!), arginare il panico da meningite ( anche se i numeri non indicano un’emergenza, e anche considerando la criticità Toscana) , o da tbc…; o chi ha vissuto la bellezza di quegli atri pubblici di ASL ( tipo ONU) pieni di bambini di ogni colore e mamme velate o no, la difficoltà alla promozione della vaccinazione HPV nelle adolescenti.

Tutto bene? Non completamente, se si pensa alla diminuzione del personale della sanità ( pensionamenti, blocco assunzioni, precariato dilagante …) e alla contrazione delle risorse: anche questo, come tutti gli altri Piani, anche della prevenzione, ha bisogno di gambe, di risorse umane sui territori.

Ha ragione in questo Aldo Grasselli di FVM quando, a proposito del DPCM sui Livelli Essenziali di Assistenza, scrive che   le gazzette ufficiali poco possono fare contro gli andamenti della finanza regionale , quando la riduzione della spesa per personale e servizi porta di fatto al venir meno della garanzia per i cittadini, da parte della sanità pubblica, di quei livelli essenziali ufficialmente condivisi e promulgati.  Ovviamente, torneremo presto anche sui temi delle risorse, dei NUOVI LEA della prevenzione, indicatori compresi: la sensazione, operando sul campo, è che la Prevenzione non sia decisamente al centro dei cuori. Alla prossima.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Marzo 2017 10:18
 

Ultime notizie

I Fattori di rischio lavorativi e soluzioni attraverso le attività di vigilanza e assistenza delle istituzioni link materiali  Convegno  INAIL del 28 marzohttps://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/news-ed-eventi/eventi/evento-convegno-ccm-fattori... Read more
Milano 16-17 luglio: il III Forum del Gruppo Tecnico Interregionale Salute e Sicurezza sul Lavoro Un’iniziativa rivolta a tutti gli operatori della prevenzioneLink agli atti dell’iniziativa. Read more
Malattie professionali e valutazione dei rischi Chi desideri inviare un contributo può farlo pervenire all’indirizzo presidenza@snop.it La pubblicazione avverrà a cura dell’Ufficio di Presid... Read more
Casa degli RLS Milano 19 giugno: RLS e organi di vigilanza Il  link  alla pagina del sito CIIP con le presentazioni al seminario su RLS ed Organi di controllo del CCP di Milano del 19 giugno Read more
I materiali della Convention dei Dipartimenti di Prevenzione I materiali della 7° Convention dei Dipartimenti di Prevenzione svoltasi a Rimini il 10 maggio 2019 Clicca qui Read more
Bologna 12 giugno : Seminario APP Ambienti confinati Link materiali  Convegno: https://safetyengineering.din.unibo.it/news/2477 Read more
Rischi chimici in ambiente di lavoro: Ancona, 14 giugno 2019 Evidenze consolidate, prospettive di ricerca, aggiornamenti normativi e ricadute pratiche. Un seminario ECM a partecipazione gratuita organizzato dall... Read more
La prevenzione nelle fonderie di seconda fusione: Civitanova Marche, 7 giugno 2019 Un seminario ECM a partecipazione gratuita organizzato dallo SPreSAL Epi Occ, con il patrocinio della SNOP.Iscrizioni entro il 29 maggio 2019 utilizza... Read more
Le proposte della CIIP a dieci anni dal D.Lgs.81 Il documento interassociativo di riflessione e proposta per l’attualizzazione del Decreto, frutto della collaborazione con l’Osservatorio Olympus,del ... Read more

I più letti del mese

Privacy Policy