testata
Warning
  • Autorizzazione utilizzo Cookie

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

    Leggi la direttiva europea sulla Privacy

Home
Terra dei fuochi. Nuovo report dell’Istituto Superiore di Sanità: l’urgenza della bonifica
Martedì 12 Gennaio 2016 16:39

Alleghiamo le conclusioni dell’ultimo Rapporto dell’Istituto superiore di sanità su mortalità, ospedalizzazione e incidenza tumorale nei Comuni della Terra dei Fuochi in Campania appena pubblicato. Il quadro epidemiologico della popolazione residente nei 55 Comuni che la Legge 6/2014 definisce come Terra dei Fuochi, afferenti alle Province di Napoli e Caserta, è caratterizzato da una serie di eccessi della mortalità e dell’ospedalizzazione per diverse patologie a eziologia multifattoriale, che ammettono fra i loro fattori di rischio accertati o sospetti l’esposizione a un insieme di inquinanti ambientali che possono essere emessi o rilasciati da siti di smaltimento illegale di rifiuti pericolosi e/o di combustione incontrollata di rifiuti sia pericolosi, sia solidi urbani. Eccessi di alcuni tumori per tutti i 3 indicatori utilizzati ( incidenza, mortalità, ricoveri ). Dati preoccupanti per eccesso di tumori ( leucemie, tumori SNC 9 anche anche per i bambini e gli adolescenti. Una considerazione finale – sottolinea l’Iss - riguarda la necessità che i risultati delle indagini sullo stato di salute dei residenti nel SIN e gli interventi di prevenzione e di promozione della salute, e di risanamento ambientale, devono essere oggetto di processi di informazione e comunicazione, obiettivi e trasparenti, al fine di stabilire un clima di fiducia fra cittadini e istituzioni.

Attachments:
FileFile size
Download this file (Terra dei Fuochi il rapporto dell' ISS.pdf)Terra dei Fuochi il rapporto dell' ISS.pdf2443 Kb
 

Privacy Policy