testata
Warning
  • Autorizzazione utilizzo Cookie

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

    Leggi la direttiva europea sulla Privacy

Statuto PDF  | Stampa |
Domenica 23 Gennaio 2011 17:57

approvato a Rimini il 2 giugno 2000

Art.1 - È costituita l'Associazione denominata "Società Nazionale Operatori della Prevenzione", in sigla Snop, con finalità scientifiche e culturali. L'Associazione, in quanto ente non commerciale, si propone di:

  • sostenere l'impegno politico e culturale per lo sviluppo di un sistema integrato di prevenzione, finalizzato alla rimozione dei rischi ed alla promozione della salute negli ambienti di vita e di lavoro, con particolare attenzione alla rete dei Servizi e Presidi pubblici;

  • promuovere conoscenze ed attività che sviluppino la prevenzione e la promozione della salute dei lavoratori e della popolazione in relazione ai rischi derivanti dallo stato dell’ambiente e dalle condizioni di vita e di lavoro;

  • favorire lo scambio di esperienze ed informazioni fra gli operatori ed il confronto sulla metodologia ed i contenuti dell’attività, per raggiungere l’omogeneità delle modalità di intervento perseguendo il miglioramento continuo di qualità e l’appropriatezza delle attività di prevenzione a livello nazionale;

  • promuovere il confronto e l'integrazione tra sistema di prevenzione pubblico e sistema di prevenzione delle imprese;

  • promuovere un ampio confronto con le Istituzioni, le Forze sociali e le altre Associazioni scientifiche su questi temi;

  • diffondere l’informazione e la cultura della prevenzione.

L’Associazione non ha fini di lucro.

Art.2 - L'Associazione ha sede legale in Milano, via Prospero Finzi 15, e la sua durata è a tempo indeterminato. Il Direttivo Nazionale ha facoltà di spostare la sede legale della Associazione e di istituire altre sedi operative

Art.3 - Il patrimonio è costituito: a) dalle quote sociali; b) da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale.

Art.4 - Gli esercizi finanziari chiudono ai 31 dicembre di ogni anno. Entro 90 giorni i Segretari Regionali presentano al Direttivo Nazionale i rendiconti di spesa delle rispettive sezioni regionali ed il Direttivo Nazionale predispone entro 6 mesi il bilancio consuntivo e quello preventivo del successivo esercizio.

Art.5 - Sono soci effettivi della Associazione quanti, operando professionalmente nel settore della prevenzione ambientale e sanitaria, e riconoscendosi nelle finalità della Società definite nell'art.1, si iscriveranno effettuando il pagamento della quota sociale e rinnovando tale pagamento ogni anno. La domanda di iscrizione dei nuovi Soci è sottoposta all'approvazione del Direttivo Regionale o, in assenza di questo, Nazionale. Possono aderire all'Associazione come membri esterni, pagando una quota differenziata, tutti coloro che per interessi culturali, scientifici, sociali si riconoscono nelle finalità della Snop. Possono aderire all'Associazione come Soci collettivi con diritto ad un voto ciascuno, pagando una quota sociale concordata con Direttivi Regionali o Nazionale i gruppi, gli Enti, le Associazioni che si riconoscono nelle finalità della Snop. Il Direttivo Nazionale può iscrivere in qualità di Soci onorari figure di particolare prestigio nel settore della prevenzione. Solo i soci effettivi ed onorari hanno diritto di voto e di rappresentanza attiva e passiva.

Art.6 - Sono organi dell'Associazione:

  • L'Assemblea Nazionale dei soci effettivi

  • Le Assemblee di Sezione Regionali;

  • Il Collegio dei Revisori dei conti;

  • I Direttivi Nazionale e Regionali;

  • Il Presidente ed i Vice Presidenti;

  • L'Ufficio di Presidenza.

L’Associazione riconosce inoltre l’organizzazione di istanze specifiche e autonome dei propri soci, quali Coordinamenti di profili professionali finalizzati alla valorizzazione dei propri contributi specifici alle attività di prevenzione, o Gruppi di interesse per particolari problematiche associative, in coerenza con i principi ispiratori descritti all’art.1.

Art.7 - L'Assemblea Nazionale dei soci deve essere convocata almeno una volta all'anno dal Direttivo Nazionale con almeno 30 giorni di preavviso. L'ordine del giorno, il luogo, giorno ed ora della prima e seconda convocazione deve essere pubblicato sulla rivista dell'Associazione o comunicato per iscritto ai Soci effettivi ed onorari. L'Assemblea può essere convocata oltre che presso la sede sociale in qualsiasi altra località del territorio nazionale. In prima convocazione essa è valida con la presenza di almeno la metà degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti. Per deliberare lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati. Compito dell'Assemblea Nazionale è quello di discutere i problemi oggetto delle attività dell'Associazione, approvare i bilanci, eleggere i Probiviri, decidere i programmi di lavoro.
I soci possono farsi rappresentare da altri associati con delega scritta. Sono ammesse due sole deleghe per ogni associato con diritto di voto. L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell'Associazione o da un Vice Presidente; in mancanza l'Assemblea nomina il proprio Presidente. Il Presidente della Assemblea nomina un segretario e se necessario due scrutatori. Spetta al Presidente dell’Assemblea o suo delegato di constatare la regolarità delle deleghe ed in genere il diritto di intervento alla Assemblea. Delle riunioni verrà redatto processo verbale firmato dal Presidente, dal Segretario ed eventualmente dagli scrutatori.

Art.8 - Il Collegio dei Revisori dei conti è composto di tre membri effettivi e due supplenti nominati dal Direttivo Nazionale. I revisori dovranno accertare la regolare tenuta della contabilità sociale, redigeranno una relazione ai bilanci annuali, potranno accertare la consistenza di cassa e procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e controllo. Ai membri del Collegio dei Revisori non si applicano le norme previste per i "Revisori contabili".

Art.9 - L’Associazione si articola in Sezioni Regionali ed Interregionali che sono istituite, previa ratifica del Direttivo Nazionale, nel rispetto dei seguenti requisiti minimi:

  • presenza di almeno dieci Soci effettivi, di disciplina specialistica e di qualifica professionale diverse, in maggioranza operanti nei Servizi pubblici di prevenzione ambientale e sanitaria;

  • predisposizione di un piano di attività annuale regionale che preveda iniziative pubbliche sui temi individuati dai programmi di lavoro approvati dall’Assemblea Nazionale della Società ed inoltre specifichi quale contributo la Sezione s’impegna a fornire alla redazione della rivista e della pagina web nazionale e regionale;

  • distribuzione ai Soci della sezione dei materiali informativi e di documentazione messi a disposizione dall’Associazione.

Le Sezioni garantiscono l’approfondimento e lo sviluppo di tematiche specialistiche di rilievo nazionale, secondo le modalità organizzative proprie di un sistema integrato a rete nazionale, di cui le Sezioni rappresentano i nodi di specializzazione. Ogni Gruppo di lavoro nazionale è quindi sostenuto e coordinato da una Sezione Regionale o Interregionale.
Le Sezioni si impegnano inoltre ad intervenire attivamente sulle politiche sanitarie adottate dalle proprie Regioni, con iniziative pubbliche e trasparenti di valutazione dei comportamenti amministrativi, mettendo a disposizione del Servizio Sanitario Regionale i propri contributi di analisi e la competenza professionale dei Soci.
Ogni Sezione è dotata, come organo rappresentativo, di un Direttivo, avente le caratteristiche di interdisciplinarietà tipiche dell’Associazione, composto da un numero di membri compreso tra un minimo di tre ed un massimo di undici, eletto dalla Assemblea Regionale su scheda bianca (esprimendo un numero di preferenze pari al minimo numero superiore alla metà degli eleggibili).Per consentire una maggiore partecipazione alle scelte dell’Associazione, al rinnovo del Direttivo Regionale ed all’approvazione dei programmi di lavoro della Sezione i Soci possono partecipare anche per iscritto, posta elettronica, o per fax; deve essere comunque garantito, con gli stessi mezzi, che l’informazione sulle scadenze di voto sia data a tutti i soci effettivi ed onorari. Il Direttivo eleggerà al proprio interno il Segretario Regionale e gli eventuali altri rappresentanti al Direttivo Nazionale (esprimendo su scheda bianca una sola preferenza nel primo caso, un numero pari al minimo numero superiore alla metà degli eleggibili nel secondo).
I Segretari delle Sezioni Regionali sono responsabili dei fondi affidati alle Sezioni che dovranno essere gestiti in base alle indicazioni del Direttivo Nazionale.
Il rispetto dei principi e dei criteri associativi espressi nello Statuto è condizione irrinunciabile per la costituzione ed il mantenimento in essere di una Sezione Regionale ed Interregionale della SNOP.

Art.10 – Le Assemblee di Sezione Regionali ed Interregionali sono convocate almeno una volta l’anno dal Direttivo Regionale per iscritto, fax o posta elettronica e possono essere tenute in qualsiasi località della/e Regione/i di appartenenza.
Le Assemblee di Sezione Regionali hanno compiti analoghi a quelli della Assemblea Nazionale rapportati all'area territoriale di loro competenza, esclusa la approvazione dei bilanci e la nomina dei Probiviri. Le Provincie autonome di Trento e Bolzano sono parificate ai fini del presente statuto alle Regioni ordinarie.


Art.11 - Il livello di rappresentatività nazionale è garantito da un Direttivo Nazionale cosi' composto: i Segretari dei Direttivi Regionali, un ulteriore rappresentante regionale ogni altri 50 membri effettivi (o frazioni di 50) qualora le sezioni regionali superino i 50 membri. Il Direttivo Nazionale ha facoltà di cooptare uno o più iscritti in rappresentanza delle realtà regionali non costituite in sezioni ed inoltre iscritti il cui contributo sia giudicato utile al dibattito nazionale, per particolari competenze o per l’attività svolta nelle iniziative in cui l’Associazione è impegnata. Le funzioni di segreteria sono assolte da un componente il Direttivo scelto volta per volta.

Art.12 – I Direttivi Nazionale e Regionali, che dovranno convocarsi almeno due volte all'anno, hanno fondamentalmente compiti di coordinamento e di organizzazione, di esposizione alle Assemblee di piani e programmi di lavoro, di rappresentanza esterna dell'Associazione. I Direttivi promuovono Gruppi di lavoro regionali e nazionali su temi specifici e ne verificano l'attività. In più il Direttivo Nazionale ha fondamentale compito di collegamento e coordinamento fra le diverse Sezioni regionali. Il Direttivo Nazionale ha la gestione e l’amministrazione dell'Associazione e delibera sull’adesione della stessa a coordinamenti tra Società Scientifiche o comunque aventi finalità compatibili con quelle della SNOP, a livello nazionale ed internazionale.
I Direttivi Nazionale e Regionali si impegnano a sviluppare l’utilizzo a livello nazionale e regionale dei mezzi di comunicazione informatici, per garantire una maggiore circolazione delle informazioni tra i Soci e favorire la partecipazione degli stessi alle attività della Società Scientifica.

Art.13 – Il Presidente o in sua vece uno dei Vice Presidenti a ciò delegato rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti di terzi ed in giudizio. Il Presidente, i Vice Presidenti ed i componenti l'Ufficio di Presidenza vengono eletti dal Direttivo Nazionale e restano in carica per tre esercizi sociali. Le funzioni di Presidente e Vice Presidente sono incompatibili con quelle di Segretario Regionale. Le sezioni regionali che esprimono il presidente o uno dei vice presidenti, qualora abbiano un solo rappresentante nel Direttivo Nazionale, eleggono un altro Segretario Regionale.

Art.14 - Tutti gli organi collegiali saranno rinnovati ogni tre anni.
Il Presidente, i Vice Presidenti, i Segretari Regionali non possono essere rinnovati nell’incarico per più di una volta(ogni tre anni) consecutivamente, questa norma va applicata anche per le cariche conferite prima dell’approvazione del presente statuto.

Art.15 - La quota di iscrizione viene fissata ogni 3 anni dal Direttivo Nazionale e sottoposta al parere dell'Assemblea Nazionale. La quota sociale può essere versata sul conto corrente postale dell'Associazione o consegnata al Segretario regionale o alla tesoreria del Direttivo Nazionale e deve essere pagata entro il mese di giugno dell'anno in corso. Solo i soci in regola con il pagamento della quota possono partecipare in modo attivo e passivo alle nomine dei componenti gli organi direttivi, riceveranno la rivista della Società Scientifica, avranno diritto di voto nelle Assemblee.

Art.16 - Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dall'Assemblea, con le modalità previste dall'art.7, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori e delibererà in ordine alla devoluzione del patrimonio.

Art.17 - Tutte le eventuali controversie sociali fra associati e fra questi e l'Associazione o i suoi organi saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Probiviri da nominarsi dall'Assemblea Nazionale che giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura ed il loro lodo sarà inappellabile.

Art.18 - Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme del Codice Civile in materia.

Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Marzo 2011 17:00
 

Ultime notizie

I Fattori di rischio lavorativi e soluzioni attraverso le attività di vigilanza e assistenza delle istituzioni link materiali  Convegno  INAIL del 28 marzohttps://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/news-ed-eventi/eventi/evento-convegno-ccm-fattori... Read more
Milano 16-17 luglio: il III Forum del Gruppo Tecnico Interregionale Salute e Sicurezza sul Lavoro Un’iniziativa rivolta a tutti gli operatori della prevenzioneLink agli atti dell’iniziativa. Read more
Malattie professionali e valutazione dei rischi Chi desideri inviare un contributo può farlo pervenire all’indirizzo presidenza@snop.it La pubblicazione avverrà a cura dell’Ufficio di Presid... Read more
Casa degli RLS Milano 19 giugno: RLS e organi di vigilanza Il  link  alla pagina del sito CIIP con le presentazioni al seminario su RLS ed Organi di controllo del CCP di Milano del 19 giugno Read more
I materiali della Convention dei Dipartimenti di Prevenzione I materiali della 7° Convention dei Dipartimenti di Prevenzione svoltasi a Rimini il 10 maggio 2019 Clicca qui Read more
Bologna 12 giugno : Seminario APP Ambienti confinati Link materiali  Convegno: https://safetyengineering.din.unibo.it/news/2477 Read more
Rischi chimici in ambiente di lavoro: Ancona, 14 giugno 2019 Evidenze consolidate, prospettive di ricerca, aggiornamenti normativi e ricadute pratiche. Un seminario ECM a partecipazione gratuita organizzato dall... Read more
La prevenzione nelle fonderie di seconda fusione: Civitanova Marche, 7 giugno 2019 Un seminario ECM a partecipazione gratuita organizzato dallo SPreSAL Epi Occ, con il patrocinio della SNOP.Iscrizioni entro il 29 maggio 2019 utilizza... Read more
Le proposte della CIIP a dieci anni dal D.Lgs.81 Il documento interassociativo di riflessione e proposta per l’attualizzazione del Decreto, frutto della collaborazione con l’Osservatorio Olympus,del ... Read more

I più letti del mese

Privacy Policy